Focaccia al formaggio (ma non chiamatela focaccia di Recco)

La focaccia con il formaggio è veloce e semplice da fare, 
perché è senza lievito, oltre che senza glutine e latticini, nel mio caso, 
ma assomiglia solo alla focaccia di Recco!
 
La famosa Focaccia di Recco col formaggio ha un Consorzio che la tutela, perché il prodotto ligure noto nel mondo ha una carta d’identità precisa:
“Focaccia” di nome, “Recco” di cognome.
Tutti gli altri non fanno parte della famiglia, insomma, diffidate dalle imitazioni, compresa la mia!
 
La focaccia di Recco con il formaggio è un prodotto semplice e sano, con pochi ingredienti, 
eppure così difficile da imitare!
 
La focaccia di Recco è l’unica focaccia italiana che non utilizza lievito.
E’ un prodotto da forno ottenuto dalla lavorazione di un impasto a base di farina di grano tenero, olio extravergine di oliva italiano, acqua, sale, farcito con “Formaggio fresco prodotto con latte ligure tracciato” e successivamente cotto in forno.
 
Detto questo, a tutela della solo e vera originale focaccia di Recco col formaggio, 
provate la mia focaccia non di Recco e ditemi cosa ne pensate!
 
Trovate un reel sul mio profilo Instagram.
 
 

Focaccia di Recco al formaggio, senza latticini, vegana con farine naturalmente prive di glutine, senza mix

Ingredienti:

per la miscela:

  • 100 gr di farina di riso finissima*
  • 70 gr di farina di mais fumetto finissima*
  • 74 gr di amido di tapioca*
  • 7 gr di cuticola di psillio in polvere*
  • 5 gr di gomma di guar in polvere*

 

(*devono essere garantiti senza glutine)

Per la foccacia (per 2 focacce da 25 cm):

  • tutta la miscela
  • 170 gr di acqua
  • 20 gr di olio evo
  • 6 gr di sale fine
  • 2 formaggi vegetali (o 2 crescenze)

Preparazione

Mettete nella planetaria tutta la miscela, l’acqua, l’olio e il sale, quindi avviatela a bassa velocità, fino a ottenere un panetto liscio, omogeneo e morbido, ma ben lavorabile, quindi elastico.

Lasciare quindi riposare l’impasto, coperto con un canovaccio, a temperatura ambiente, per almeno 30 minuti (anche per 2-3 ore se volete prepararla in anticipo).

Dividete l’impasto in quattro parti e iniziate a tirare con il mattarello la prima sfoglia, che dovrà essere molto sottile, quasi trasparente. Riuscirete a stenderla con l’aiuto di pochissima farina di riso finissima, perchè l’impasto è gestibilissimo!
Adagiate quindi la sfoglia sulla vostra teglia unta di olio evo, se necessario. Io utilizzo le teglie bucherellate che non ne hanno bisogno e permettono una cottura più uniforme.

Prendete ora il formaggio vegetale o la crescenza che preferite e distribuitela sulla sfoglia, a pezzettini della grandezza di una noce, lasciando libero il bordo intorno.

Tirate quindi un’altra parte dell’impasto, fino a ottenere ancora una sfoglia sottile, quasi trasparente, leggermente più grande della prima, con la quale coprite la prima sfoglia e la crescenza.

Saldate bene i bordi delle due sfoglie tra loro, senza sovrapporle, ma schiacciandole bene tra loro, così che la crescenza non esca dai lati in cottura. Poi con le dita pizzicate la sfoglia sopra, così da fare dei piccoli strappi, dai quali la crescenza deve uscire.

Cottura

Cospargete quindi la focaccia con un filo di olio evo e fatela cuocere al secondo livello del forno a 300° per 10 minuti o a 250° per 15 minuti (dipende dal vostro forno, sia per la temperatura, che per il tempo esatto).


E’ pronta quando avrà un colore dorato con bolle e macchie marroni in superficie. Mangiatela subito!

I bordi saranno leggermente croccanti, come piace a me, e la focaccia morbidissima e formaggiosa!

6 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *