Zimtschnecken

Ho scelto questa ricetta tipica della tradizione natalizia tedesca, perché quest’anno regna un clima di incertezza totale, che non ci dà ancora la sicurezza che Diana potrà tornare a casa per Natale.

Potete comunque trovare la ricetta del pandoro qui e potete trovare alcune ricette dei miei biscotti natalizi su questo blog, ma se volete le ricette complete, chiedetemelo che vi invio il mio e-book gratuito fino a Natale.

Se non dovesse piacervi la cannella, potete tranquillamente sostituirla con della marmellata o della crema di nocciole, ma fatele perché, oltre che essere buonissime, rimangono morbide a lungo. Ho dimenticato di mettere lo psillio, ma il risultato è stato talmente soddisfacente, che direi che in questo caso si può omettere.

Andate a vedere le versioni di Alessia e di Elena e Eleonora.

Ingredienti (per 15 pezzi):

per la miscela:

  • 290 gr di farina di riso integrale*
  • 130 gr di farina di quinoa*
  • 80 gr di amido di tapioca*
  • 10 gr di guar*

per l’impasto:

  • 330 gr di latte di soia* a temperatura ambiente
  • 10 gr di lievito fresco
  • tutta la miscela
  • 70 gr di zucchero di cocco (o semolato o di canna)
  • 60 gr di burro chiarificato a temperatura ambiente

per il ripieno e per spennellare:

  • olio di cocco (o il burro) sciolto da spennellare
  • 10 gr di cannella, 10 gr di zucchero di cocco (o altro che preferite), poca vaniglia grattugiata
  • 1 tuorlo con 2-3 cucchiai di latte (per me vegetale)

(*devono essere garantiti senza glutine)

Preparazione

iniziate pesando tutti gli ingredienti della miscela, che poi mescolate bene tra loro, e tenete da parte. 

Mettete nella planetaria il latte e il lievito a pezzettini. Aggiungete quindi tutta la miscela e lo zucchero.  Avviatela a bassa velocità e, quando gli ingredienti si sono amalgamati tra loro, aggiungete il burro, un pezzetto alla volta, fino a completo assorbimento. dovrete ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Ribaltate l’impasto in una ciotola e mettetelo a lievitare, in inverno, nel posto più caldo umido della casa (io di solito lo lascio vicino all’asciugatrice). Il mio è lievitato in circa 7 ore, ma potete anche lasciarlo tutta la notte, se le preparate la sera per la mattina.

Prendete l’impasto lievitato e su una spianatoia ricoperta di carta da forno, stendetelo con il mattarello dello spessore di 1/2 cm. Copritelo con uno strofinaccio e lasciatelo riposare mentre preparate l’olio di cocco sciolto (o il burro se preferite) e mischiate la cannella con lo zucchero e la vaniglia.

Scoprite l’impasto e spennellatelo con l’olio o il burro, quindi copritelo bene con il mix di cannella.

A questo punto arrotolatelo nel senso più lungo, aiutandovi con la carta da forno. Ottenete così un salame lungo, che dividete in pezzi di 3 cm di spessore, che appoggiate su una teglia ricoperta di carta da forno.

Lasciate lievitare coperti, per un’oretta (l’impasto deve solo distendersi, non devono raddoppiare).

Cottura

Spennellateli con un tuorlo d’uovo diluito con 2-3 cucchiai di latte (per me vegetale). 

Infornateli a metà livello del forno preriscaldato a 180° per 15-20 minuti.

Conservazione

Mangiateli anche caldi!!! Ma se vi avanzano, potete tranquillamente conservarli in una tortiera per 3 giorni oppure congelarli, per poi scongelarli a temperatura ambiente o, meglio ancora, lasciandoli un attimo nel forno.

2 commenti

  • Erika

    Ciao
    che belle ricette
    Volevo fare gli omini di pan di zenzero,poi farò di sicuro il tuo pandoro
    Si potrebbe avere il tuo e-book????
    Grazie mille a presto
    Erika

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *