Torta di mele: è arrivato l’autunno

Questa è la classica torta di mele, che ha sempre preparato mia mamma
e che per me annuncia l’arrivo dell’autunno.
La mia ovviamente è nella versione senza glutine,
con farina di riso e di mais o di miglio bruno,
e senza lattosio.
Buona, con i pezzettini di mele all’interno,
morbida e con un incredibile profumino 🙂
Potete farla sia con le mele gialle che con quelle rosse (come qui)
e anche con le gocce di cioccolato (come qui)
e il risultato sarà sempre otttimo!
Torta di mele gialle con farina di riso, di mais e di miglio bruno

Ingredienti (per una tortiera di 24-26 cm di diametro):

  • 100 gr di burro delattosato
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 3 uova medie (a temperatura ambiente)
  • 170 gr di farina di riso finissima*
  • 40 gr di farina di mais finissima* o di miglio bruno*
  • 40 gr di fecola*
  • 12 gr di lievito per dolci*
  • 750 gr di mele gialle

*(devono essere garantite senza glutine)

Preparazione

Togliete le uova e il burro dal frigorifero.

In una ciotola mettete le farine e il lievito, mescolandoli tra loro.

Dividete il tuorlo dall’albume. Montate l’albume non a neve ferma, perché deve risultare spumoso.

Sbucciate le mele e tagliatele prima a quarti e poi a tocchetti. Tenetele da parte coperte.

Mettete il burro a pezzettini con lo zucchero nella planetaria o in una ciotola, se impastate a mano, e mescolateli, con la frusta o un cucchiaio, fino a ottenere un composto cremoso.

Aggiungete quindi un tuorlo alla volta, avendo cura ogni volta di amalgamare bene il composto.

Poi aggiungete, poco alla volta, le farine con il lievito, fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.

Infine aggiungete l’albume spumoso, poco alla volta, mescolando dall’alto verso il basso, fino a ottenere un composto omogeneo e cremoso.

Versate quasi tutto l’impasto nella tortiera e disponeteci sopra i tocchetti di mela, quindi coprite con il resto dell’impasto.

Fate cuocere la torta al secondo livello del forno preriscaldato a 180° per 50 minuti.

Lasciatela raffreddare su una gratella.

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *